fbpx

Cos’è il Cheratocono?

Dicembre 15, 2020

Il Cheratocono

Il Cheratocono deriva dalle parole greche keratos e kono; come indica il suo nome si tratta di una deformazione della cornea che con il passare del tempo si assottiglia sempre di più assumendo la forma di cono. Generalmente il cheratocono colpisce entrambi gli occhi e nel corso del tempo tende a progredire. I primi sintomi del cheratocono sono:
– Miopia associata ad un astigmatismo irregolare
– Calo della vista in condizioni di scasa luminosità
-Affaticamento della vista
-Senso di abbagliamento
– Fotofobia
Ma quali potrebbero essere le domande che si pongono le persone con cheratocono?
Esiste una cura per il cheratocono?
Purtroppo ad oggi non esiste una cura precisa e definitiva per il cheratocono, ma esistono una serie di interventi diversi a seconda del suo stadio.
Si può avere la patente con il cheratocono?
Certamente basti pensare che tantissime persone con il cheratocono guidano regolarmente. La sola accortezza è quella di informare il medico preposto al rinnovo della patente che valuterà i requisiti minimi richiesti.
Il cheratocono peggiora all’improvviso o è prevedibile la sua progressione?
Purtroppo l’evoluzione del cheratocono è del tutto imprevedibile e quindi non è possibile stabilire con certezza la sua progressione. Solitamente se viene riscontrato in giovane età o durante l’adolescenza è probabile che la sua progressione sia rapida.
Esistono fattori comportamentali o alimentari che possono migliorare o peggiorare il cheratocono? Attualmente non ci sono fattori comportamentali o alimentari che migliorano o peggiorano lo stadio del cheratocono.
La gravidanza può peggiorare il cheratocono?
Si, generalmente la gravidanza può contribuire ad accelerare l’evoluzione del cheratocono.
È vero che le lenti a contatto bloccano il cheratocono?
Per tantissimo tempo si è creduto che le lenti a contatto, soprattutto quelle rigide, avessero un’azione terapeutica e contenitiva del cheratocono. In realtà questa teoria si è rivelata essere infondata e molto improbabile.
È vero che le lenti a contatto accelerano la progressione del cheratocono?
Pure questa è un’ipotesi molto discussa. Fermo restando che una lente a contatto per cheratocono ben applicata non produce danni alla cornea soprattutto nei primi stadi. Quando il cheratocono è molto evoluto potrebbero verificarsi spiacevoli inconvenienti, da semplici irritazioni oculari fino a irritazioni più complesse
e profonde. Tutto questo può essere evitato o minimizzato affidandosi ad un esperto di lenti a contatto per cheratocono ed effettuando controlli regolari.
La congiuntivite allergica stagionale, con conseguente sfregamento degli occhi, può peggiorare il cheratocono?
Tutte quelle condizioni allergiche che possono colpire l’occhio e i suoi annessi vanno sempre controllate. È comunque opportuno evitare lo sfregamento chiamato eye rubbing. 

L’alimentazione può aiutare a migliorare lo stadio del cheratocono?
Nonostante una sana ed equilibrata alimentazione sia sempre auspicabile e consigliata, purtroppo non ci
sono corrispondenze scientifiche che avvallino questa tesi.
Come vede chi ha il cheratocono?
All’inizio si percepisce una piccola sfocatura della visione specialmente guardando da lontano. Successivamente la qualità dell’immagine percepita peggiora e si inizia a notare una sbavatura o distorsione dell’immagine stessa.

Queste problematiche sono presenti soprattutto di notte in quanto si verificano aloni o immagini oblunghe e distorsione delle luci. A volte si ha anche la percezione di immagini doppie oppure una deformazione netta delle immagini rette (ad esempio stipiti delle porte e angoli delle case).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *